Ultima modifica: 8 Aprile 2020

Storia della zucca “sbagliata”

“In questo periodo di vita domestica capita di andare a rovistare negli armadi o nei cassetti in cerca di oggetti da tenere o dai quali separarsi: fermati ad osservarne uno che ti colpisce e inventa una storia in cui sia protagonista.”

Prof.ssa Tiziana Degl’Innocenti

 

C’era una volta una zucca…. Non era una zucca qualsiasi, era una zucca che aveva la forma più strana di tutte. Aveva il corpo a forma di un palloncino quasi sgonfio, ma non era questa la cosa più strana, perché aveva un collo lungo come una giraffa… però delle dimensioni di una zucca!

Tutte le altre zucche la prendevano in giro dicendo cose del tipo: “Assomigli a una pera!” oppure “Ti potrebbero appendere all’albero di Natale come addobbo!”

Era quasi arrivato Halloween, tutte le zucche erano entusiaste… tranne una ovviamente, la nostra zucca dal collo lungo! Ad Halloween tutti l’avrebbero evitata, scegliendo la zucca più adatta per intagliare bocca ed occhi spaventosi… e lei proprio non lo era!

Il giorno di Halloween un brav’uomo la vide e decise di prenderla… ma non aveva intenzione di trasformarla in zucca spaventosa, bensì in un vaso! Così le tolse la polpa e i semini. Il giorno dopo la fece essiccare tutto il pomeriggio all’aria aperta. Quando fu bella asciutta decise di dipingerla di argento.

Tutte le zucche la invidiavano per il suo nuovo look argenteo! E soprattutto si fece tanti amici: i fiori che abitavano dentro di lei!

Quel brav’uomo era il mio bisnonno.

Davide F. (classe 1C)




Link vai su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi